.
Annunci online

È l’ora della Pillola Rossa
televisione
post pubblicato in Diritto di Critica, il 6 aprile 2011

saviano1 300x175 Il TG1 contro Saviano: «Su Croce ha alterato la verità». Il giornalista: «Querelatemi»Alcuni giorni fa il telegiornale del primo canale televisivo italiano ha mandato in onda un servizio sul giornalista e scrittore campano Roberto Saviano. Si parlava del suo ultimo libro, Vieni via con me intervistando i parenti del filosofo Benedetto Croce, citato nel testo. Questa intervista, unita al tono del servizio, è sembrata una vera e propria accusa al giornalista campano: «Saviano doveva leggere direttamente i testi crociani e non alterare la verità dei fatti» è l'introduzione al servizio in cui si intervista la nipote del filosofo, Marta Herling: «I grandi classici si leggono, non si riportano orecchiando». La frase sotto accusa è «offri 100 mila lire a chi ti salva». Il servizio prosegue spiegando che la Herling «si è accorta dell'esortazione messa in bocca da Saviano al morente padre di Benedetto Croce [...] frase di cui non c'è traccia nei libri e che secondo gli eredi insinuerebbe un'idea distorta dei comportamenti del filosofo».

Lo scrittore, ospite martedi 15 marzo a Otto e Mezzo, ha spiegato l'accaduto dando però un'altra versione: «Questo servizio è esattamente il contrario della verità. È tristissimo che ci si occupi di fatti bibliografici di 100 anni fa. Il motivo è cercare di insinuare il dubbio. La Herling non conosce le mie fonti. Gliele invierò. Non ho mai diffamato Croce, non ho mai parlato di mazzetta. Non ho mai fatto riferimento a questioni di tangenti. Racconto un episodio dal libro di Carlo del Balzo, mai smentito da Croce. Racconta la vicenda del terremoto di Casaricciola, dove il padre di Benedetto Croce pronuncia proprio quella frase. Non c'è niente di diffamatorio. Nulla su nulla. Bastava chiedermi le fonti».

Saviano definisce questo agire come un tutt'uno con “la macchina del fango”: «bisogna leggere le fonti dirette ma quando si fa una ricerca si leggono anche le parole sull'autore: queste sono parole dell'autore. Nel servizio hanno detto che mi ero inventato quella frase, poi che dovevo leggere le fonti. Mi sono laureato a Napoli e mi sono formato su Croce. Insomma, una polemica sul nulla. Hanno detto che era preso da una cronaca anonima? È un'intervista a Ugo Pirro. Hanno detto che l'ho trovato su internet come se... su internet ci sono cose autorevolissime. L'ho preso in un'emeroteca. Sembra una promessa: alla prossima qualunque cosa dirai noi ti verremo addosso. Si vede che non ho diffamato. Basterebbe leggere o vedere quello che ho detto in tv: era un ricordo poetico di Benedetto Croce, altrimenti dovrei essere querelato. Querelatemi».

La notizia era comparsa sul Corriere del Mezzogiorno per poi essere subito ripresa dal quotidiano Libero, di cui il Tg1 ha anche mostrato alcune pagine proprio in quel servizio. Un modo di fare quantomeno singolare per un telegiornale di tale caratura.





Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. saviano tg1 2piu2uguale5 croce

permalink | inviato da Moon81 il 6/4/2011 alle 13:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
  
Banner
Sito denuclearizzatoFirma la petizione per dire NO al NUCLEARE.
Disclaimer
Questo blog è un prodotto amatoriale al quale non può essere applicato l'art. 5 della legge 8 Febbraio 1948 n. 47, poiché l'aggiornamento delle notizie in esso contenute non ha periodicità regolare (art. 1 comma 3, legge 7 Marzo 2001 n. 62). Questo blog non rappresenta una testata giornalistica e i post editi hanno lo scopo di stimolare la discussione e l’approfondimento politico, la critica e la libertà di espressione del pensiero, nei modi e nei termini consentiti dalla legislazione vigente.Questo blog non persegue alcuno scopo di lucro. Tutto il materiale pubblicatosuInternet è di dominio pubblico. Tuttavia, se qualcuno riconoscesse proprio materiale con copyright e non volesse vederlo pubblicato su questo blog, non ha che da darne avviso al gestore e sara' immediatamente eliminato. Dichiariamo, inoltre, di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi a noi, nemmeno se gli stessi vengono espressi in forma anonima o criptata.
Aggregatori
Votaci su Net-Parade.itRegistra il tuo sito nei motori di ricercaBlogNewsYourpage live news aggregatorhttp://www.wikio.it
Wikio - Top dei blog - PoliticaWikio - Top dei blogwww.kilombo.orgil TaggatoreItalian BloggersBlog DirectoryTopOfBlogsAdd to Technorati Favorites
BlogItalia.it - La directory italiana dei blogAggregatoreUpnews.itGoogleRankBlogstreet - dove il blog è di casaGiornaleBlog Notizie dai Blog ItalianiMiglior Blog Google PageRank Checker
LA Pagina dei Banner
"La Verità vi renderà liberi"

In questo momento una delle mie frasi preferite.E’ stata attribuita a un uomo morto circa 2000 anni fa, nel 30 d.c. Quel’uomo combatté il sistema! Era un rivoluzionario!  Un diverso! Uno scomodo! Il suo esempio di lotta per la verità e la libertà è stato unico! E' stato crocefisso per ciò! Il resto di lui lo sapete già!

"Non Sono Solo Canzonette"
(Video e testi con
un senso)

"Il Tuo Cristo è giudeo, la tua Automobile è giapponese, la  tua Pizza è italiana,la tua Democrazia greca, le tue Vacanze turche,   i tuoi Numeri arabi, la tua Scrittura,
latina e tu rimproveri al   
tuo vicino di essere straniero?" 

Carlo Giuliani



Appello contro la legge bavaglio sulle intercettazioni
            Mancano

        alla Sesta Era

2PIU2UGUALE5 su Facebook

2PIU2UGUALE5 su Google
Campagne Virali

Seguici con facilità, iscriviti ai Feed



Movimento 5 Stelle
Scarica il programma del Movimento 5 Stelle
Sostieni Wikipedia
Contatta 2PIU2UGUALE5
Seguimi su Diritto di Critica
2PIU2UGUALE5 Mobile
Sigla Blog
Iscriviti al Gruppo 2+2=5
Cerca

Contatori
Rubriche
Lista tag
Link

Consigli  letterari


“La vera libertà di stampa è dire alla gente ciò
che la gente non
vorrebbe sentirsi dire.”

George Orwell,
scrittore inglese


 




IL CANNOCCHIALE