Blog: http://2PIU2UGUALE5.ilcannocchiale.it

La menzogna della settimana: Balducci, uomo della sinistra



L'ex presidente del consiglio superiore dei lavori pubblici Angelo Balducci era un uomo «della sinistra» .Lo precisa il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, nel corso della conferenza stampa a Palazzo Chigi alla fine del Consiglio dei ministri. «Balducci non l'abbiamo nominato noi ma un ministro del precedente governo. L'abbiamo lasciato al suo posto - aggiunge - non facciamo piazza pulita degli uomini nominati dalla sinistra».(fonte)


Come al solito il Presidente del Consiglio racconta una balla più grande di lui.


I comunicati stampa diffusi dalla presidenza del Consiglio dei ministri al termine di ogni Cdm contribuiscono a fare chiarezza sulle nomine di Balducci. La prima a capo del Consiglio superiore dei lavori pubblici risale al 3 agosto del 2005. E in carica c'è il governo Berlusconi. Il Consiglio dei ministri, recita il comunicato diffuso al termine della riunione, «ha adottato le seguenti deliberazioni: su proposta del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti (all'epoca Pietro Lunardi, ndr) il conferimento dell'incarico di Presidente del Consiglio superiore dei lavori pubblici all'ing. Angelo Balducci». L'anno prima Balducci era stato nominato «Direttore generale del SIIT Lazio Abruzzo e Sardegna» e l'anno precedente, nel 2003, era stato messo a capo del «Servizio integrato infrastrutture e trasporti per le regioni Lazio e Abruzzo». Nel 2006, Berlusconi perde le elezioni e Prodi arriva al governo: poco dopo, il 31 agosto, su proposta di Antonio Di Pietro, allora ministro delle Infrastrutture, Balducci viene sostituito, ma ottiene un altro incarico: «Su proposta del Ministro delle infrastrutture, Antonio Di Pietro», si legge infatti nel comunicato, il Cdm ha deliberato la «nomina del dirigente di I fascia, ing. Marcello Mauro, a Presidente del Consiglio superiore dei lavori pubblici» e la «nomina del dirigente di I fascia, ing. Angelo Balducci, a Capo del Dipartimento per le infrastrutture statali, l'edilizia e la regolazione dei lavori pubblici». Ma Balducci torna al suo posto due anni dopo, quando a presiedere il Consiglio dei ministri è di nuovo Berlusconi. Nel comunicato diffuso al termine del Cdm, svoltosi per l'occasione a Napoli il 10 ottobre del 2008, si legge: «Il Consiglio ha deliberato, su proposta del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, Altero Matteoli, la nomina dell'ingegnere Angelo Balducci a Presidente del Consiglio superiore dei lavori pubblici». (fonte)

Siamo 2 a 1 per il Governo Berlusconi. L'Italia può continuare ad avere come Presidente del Consiglio una persona che mente spudoratamente ogni volta che parla ( ma non al telefono )?

Risvegliati Italia!

http://www.youtube.com/watch?v=t8r6mSy4KKI

Pubblicato il 20/3/2010 alle 9.4 nella rubrica La Menzogna della Settimana.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web